Supporto IP Centrex

Manuale amministratore

La seguente guida illustra come abilitare gli Utenti aziendali all’utilizzo di Communicator ed è rivolta agli Amministratori Area Clienti dei Clienti Vianova con attivo il servizio IP Centrex.

Per utilizzare Communicator è necessario che l’Amministratore dell’Area Clienti associ l’interno telefonico ad un Utente.

Se l’Utente Area Clienti è già attivo:

  • accedere all’Area Clienti
  • selezionare l’Utente desiderato nella sezione Impostazioni > Utenti
  • all’interno della pagina Modifica Utente, indicare il numero di interno IP Centrex da associare nella sezione Informazioni personali e premere il tasto Salva

Nel caso di un nuovo Utente Area Clienti:

  • accedere all’Area Clienti
  • cliccare il tasto aggiungi nella sezione Impostazioni > Utenti
  • all’interno della pagina Nuovo Utente, indicare il numero di interno IP Centrex da associare nella sezione Informazioni personali
  • completare la configurazione dell’Utente e premere il tasto Salva. Per maggiori informazioni sulla creazione di un Utente, consultare la sezione Impostazioni > Aiuto dell’Area Clienti

abilitare un utente 3

Nella sezione Communicator dell’Area Clienti l’Amministratore può definire gli alias utilizzabili come mittenti degli SMS.

Un alias è un testo alfanumerico, di massimo 11 caratteri, visualizzato come mittente dal ricevente di un SMS.

Con il tasto aggiungi è possibile richiedere l’aggiunta di un nuovo alias. L’utilizzo degli alias è regolamentato dalla Delibera 42/13/CIR di AGCOM e necessita di una preventiva validazione da parte di Welcome Italia.

L’esito della richiesta di validazione sarà visibile entro 8 ore lavorative all’interno del campo stato. Il nuovo alias sarà utilizzabile solo se in stato “validato”.

alias1

Per conformità con la Delibera, è necessario che l’alias rispetti le seguenti condizioni:

  • l’alias deve essere inerente alla ragione sociale della propria azienda (es. “RagioneSociale”) o a un brand ad essa riconducibile (es. “MarchioRegistrato”)
  • non è possibile inserire numeri telefonici
  • l’alias deve essere coerente con le attività o le informazioni inviate tramite SMS

Per maggiorni informazioni consultare la sezione Regole sull’utilizzo dei mittenti SMS.

alias2

Una volta aggiunto l’alias desiderato, premere invia richiesta.

La validazione prevede l’inserimento dei dati nel database dell’Autorità Garante delle Comunicazioni, di conseguenza è necessario autorizzare Welcome Italia a procedere.

alias3

Se la procedura di validazione avrà esito positivo, verrà inviata un’email di conferma e sarà possibile utilizzare l’alias inserito.

La Delibera 42/13/CIR emanata dall’AGCOM (Autorità Garante per le Comunicazioni), entrata in vigore lo scorso 17/06/2013, prevede le seguenti indicazioni riguardo l’uso dei mittenti personalizzati alfanumerici degli SMS:

  • L’utilizzo dei mittenti alfanumerici per l’invio di SMS per vari scopi (informativi, promozionali, ecc…) è permesso soltanto ai clienti non consumatori finali (cioè alle aziende o più in generale a chi ha una partita IVA). I privati non possono inviare SMS con mittenti alfanumerici personalizzati.
  • Il mittente personalizzato del messaggio SMS (alias) deve essere una parola coerente con l’attività/informazione inviata (nel caso di utilizzo di marchi registrati se ne deve avere i relativi diritti di utilizzo) e non trarre in inganno il destinatario. L’alias non può essere utilizzato prima di essere stato registrato sul Database dell’Autorità.
  • Obbligo per i fornitori di servizi di messaggistica autorizzati ai sensi dell’art. 25 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche di verificare che i mittenti dati in uso alla propria clientela siano conformi a quanto stabilito dalla Delibera e di comunicare, inserendo in un database gestito dall’Autorità (prima di permettere l’invio degli SMS con i mittenti personalizzati), i dati dei clienti che utilizzano i mittenti personalizzati. Questo per poter permettere, nel caso qualcuno riceva un messaggio ritenuto inatteso, ingannevole o di spam, di poter indentificare e contattare chi ha inviato il messaggio per le necessarie verifiche chiamando il Customer Care del proprio operatore di telefonia mobile.

Dalla data di entrata in vigore della Delibera e dalla creazione del database di AGCOM per la raccolta delle informazioni sui mittenti, tutti i fornitori di servizi di messaggistica hanno l’obbligo di far utilizzare i mittenti personalizzati ai propri clienti se e solo se questi sono conformi a quanto stabilito dalla Delibera e se i relativi utilizzatori forniranno i dati relativi a chi sta utilizzando tale mittente.

Per inviare un SMS tramite Communicator è prima necessario che l’Amministratore dell’Area Clienti definisca i mittenti utilizzabili dagli Utenti aziendali. I mittenti possono essere numeri telefonici o testi alfanumerici (alias).

Nella sezione Communicator dell’Area Clienti, è possibile selezionare una di queste opzioni:

  • ogni utente usa il proprio numero di cellulare: se un utente ha impostato nella propria sezione Opzioni Account il proprio numero di cellulare, questo verrà utilizzato come mittente degli SMS da lui inviati. Nel caso il numero non fosse stato inserito, non sarà possibile inviare il messaggio
  • un unico numero di cellulare per tutti gli utenti: è possibile specificare un numero di cellulare che verrà utilizzato come mittente degli SMS da tutti gli utenti. Una volta inserito il numero di cellulare, premere il pulsante salva. Verrà inviato un SMS contenente un codice di verifica. Inserire il codice di verifica nel campo apposito e premere nuovamente il pulsante salva
  • un unico alias per tutti gli utenti: è possibile selezionare un alias (ovvero un testo alfanumerico) tra quelli validati, che verrà utilizzato come mittente degli SMS da tutti gli utenti
  • a scelta del singolo utente: ogni utente sarà libero di selezionare il mittente da utilizzare prima dell’invio di ogni SMS, a scelta tra il proprio numero di cellulare (se impostato in Opzioni Account) e tutti gli alias validati

Cattura

Non hai trovato la risposta che cercavi? Inviaci la tua domanda.

Le informazioni fornite saranno trattate per le finalità di cui al numero 4 dell'informativa privacy.